chiesa di Domo

Febbraio 2018

 

chiesa di Porto

 il Notiziario del mese

 Sezione Ragazzi

 Agenda Diocesana 2017-2018


Don Hervé e i suoi confratelli da Papa Francesco

per il 40° di ordinazione sacerdotale

8 febbraio 2018

 

"... la mia gioia è stata grande, a tu per tu con il Papa che ti accoglie con fraterna familiarità

come un Vangelo vissuto a casa".


Io sono la vite e voi i tralci

Mi piace partire dalla famosa parabola di Gesù: la vite e i tralci, per continuare a parlare dell'infinita tenerezza di Dio nel suo "tendere le mani" per amare tutti.
Questa immagine, infatti, ci aiuta a comprendere a quale "comunione di vita" ogni persona è chiamata nell'amore che la genera.
Facilmente l'immagine della vite evoca, per la sua "limpidezza" l'intensa comunione di vita a cui Gesù chiama ciascuno. Ogni tralcio infatti è generato nella relazione "materna" con la vite ed è reso presente perché voluto, nutrito, sostenuto affinché porti frutto. Potremmo dire che il compimento dell'esistenza" stessa della vigna è che ciascun tralcio generato porti frutto. Nessun tralcio infatti è un "caso", ma ciascuno è la testimonianza della volontà della vigna di dare vita al tralcio tanto che ogni tralcio può comprendersi generato per dare compimento alla stessa vigna nel portare frutto. E' facile capire questa fortissima relazione tra vite e tralci, cioè tra Dio e ogni persona, entrando nelle nostre quotidiane realtà familiari. Proprio in esse infatti e "visibile" lo spendersi del padre e della madre perché ogni figlio "porti frutto".
Attraverso queste parabola è dunque "descritta" la buona relazione di vita per ciascuno per non cadere in quelle scelte di "separazione" che tanto spesso tentano anche noi credenti. L'amore verso Dio e verso il prossimo sono resi cosi comprensibili nel legame tra il tralcio e la vite proprio per portare frutto. Potrei dire che Gesù autentica il valore di ogni "tralcio generato" quando, nel dono della comunione, afferma: "amatevi come io vi ho amato". Questa affermazione ci mostra che la missione di ogni tralcio è nella comunione per portare frutto. Nel dare frutto il tralcio comprende il condividere il progetto d'amore nel quale è stato generato.
L'immagine del tralcio che porta frutto, può quindi aiutarci a rileggere quotidianamente la nostra vita di discepoli di Gesù. "Generati" per la comunione con Lui possiamo godere della gioia di essere padre, madre, fratello, sorella vivendo il dono di noi stessi come tralci che portano frutto. Nell'amore familiare è proprio questo amore evangelico del portare frutto la via per la pienezza della relazione tra le persone e nel creato. E' immediatamente comprensibile allora il dramma di vita del tralcio che non da frutto. Esso perde la sua identità rinnegando questa sua naturale e meravigliosa realtà perché si lascia illudere da un "mondo egoista" che rinnega lo stile "famiglia".
Certamente ogni parabola vuole suscitare la verifica circa la relazione reale con il Signore e quindi con tutti i figli di Dio.
E' quindi appropriato per ciascuno di noi porsi la domanda: nel mio essere tralcio della VITE quali generosità dell'amore divino accolgo e faccio passare per vivere la corresponsabilità della VITE nel portare frutto in parrocchia e nel mondo?
Questo esame del cuore del come sono tralcio lo esplicito con le due immagini di vita della Comunità nel mondo.
La prima immagine mostra persone interessate a "soddisfare" la loro religiosità con le regole e le pratiche di vita apprese secondo un rapporto d'obbedienza a Dio ma in modo individualistico.
In esso la sincera disponibilità all'incontro con il Signore è spesso molto forte, ma rischia di esaurirsi in una sterilità missionaria che non lo fa vivere come costruttore di comunità nel suo portare frutto.
L'altra immagine, invece, è quella che annuncia che il "mettersi insieme a tavola" con Gesù, in particolare nella celebrazione eucaristica, ci forma e ci nutre per vivere nella sua missione l'impegno concreto del "portare frutto" attraverso una comunione di tralci con la vite.
L'uscire dalla messa apre allora alla corresponsabilità di offrire fraternità evangeliche come il tralcio offre il suo frutto gratuitamente.
La missione è allora il vero volto creativo del credente là dove vive. In essa potrà esprimere attraverso i suoi frutti la sua comunione con Gesù che gli dice: "amatevi come io vi ho amato".
Questa dunque è la nostra comune missione: "portare frutto" e all'occorrenza di "essere potati per portare più frutto".

don Hervé


Il Calendario 2018

Il Calendario 2018 desidera proporre visivamente l'impegno pastorale assunto dalle nostre parrocchie di Porto e di Domo come priorità del loro cammino come "discepole del Signore nella Chiesa di Milano": "la famiglia al centro". Questa scelta ci è stata anche confermata dall'autorevole parola del nostro Arcivescovo Mario Delpini. Così mese per mese il Calendario cerca di evidenziare questa centralità della Famiglia perché essa non può mai essere data per scontata, ma abbisogna di essere accolta e vissuta giorno per giorno. Abbiamo quindi proposto alcune parti stimolanti, tra le tantissime, dell'Esortazione Apostolica di Papa Francesco: "Amoris laetitia" (La gioia dell'amore) pubblicata il 19 marzo 2016 a seguito della chiusura del Sinodo sulla Famiglia.
Esse possono così essere come "lanterne mensili e quotidiane" atte a coinvolgerci in questo "cammino pastorale della centralità della Famiglia nella vita personale e comunitaria.
Nello stesso tempo l'immagine di copertina, che pone al centro l'eucaristia e le "mani di Dio", vuole dirci che tutto vive e si fa bello se "affonda le sue radici" in Dio.

Buon ANNO !

Appuntamenti


Come è tradizione, celebreremo la

Festa della Madonna di Lourdes
nella frazione di Musadino
Sabato 10 febbraio
alle ore 20,30 — recita del s. Rosario, benedizione e accensione falò
cui seguirà un momento di amicizia, con bevande calde e dolci
Domenica 11 febbraio
alle ore 11,15 s. Messa in onore della Madonna e incanto dei doni nella bella tradizione popolare
(resta sospesa la s. Messa delle ore 11 a Domo)


APPUNTAMENTI GRUPPO FAMIGLIE

Tema “La VIA dell’AMORE”

Il calendario degli incontri: clicca qui



Il restauro del Battistero di Domo

e la presentazione del progetto


Anno Catechistico 2017-18

lettera alle famiglie e programma catechistico

Gli incontri della catechesi avverranno:
a Domo: il sabato dalle 16.30 alle 17.30 a partire dal 7 ottobre

e per saperne di più sul nuovo anno oratoriano, clicca qui




Novità inserite nel sito, aggiornamenti...

2018

La nuova Agenda Diocesana da luglio 2017 a luglio 2018, clicca qui

Il Vangelo delle Feste per i bambini (testi e disegni): dal sito della Diocesi, clicca qui

 

Il Calendario dell'Unità Pastorale per il 2018: clicca qui

05 febbraio, le nuove schede delle cappelle ed edicole votive

22 gennaio, il calendario del Corso per fidanzati

31 gennaio, il notiziario di Febbraio 2018

31 gennaio, la nuova scheda storica dai nostri archivi

31 gennaio, la nuova puntata dell'itinerario biblico

31 gennaio, la nuova rubrica sulla Cucina dei Santi

 

E' stato completamente rivisto lo spazio dedicato alla storia delle parrocchie di Porto e di Domo; sono state realizzate le schede storiche di ciascuna chiesa e l'inventario delle cappelle ed edicole votive.

Si possono vedere le foto di ciascuna chiesa in fotogallery ulteriormente arricchita.

 


Se desiderate ricevere sulla vostra casella mail il Calendario 2018, il Notiziario Mensile o volete essere aggiornati sulle attività dell'Unità Pastorale, potete richiederlo scrivendo a

info@parrocchiaportodomo.it

 

"Il nostro impegno di portare il Signore
nelle Case di tutti non cessa mai!"

Cari Amici e Amiche, vi preghiamo di segnalare

- a Don Hervé (tel. 348-9192640)
- al diacono Luca (tel. 371-1276098)
- alla Signora Iva, per Porto (tel. 0332-548861)
- al Signor Ezio, per Domo (tel. 333-5260138)


le persone malate, anziane o comunque con problemi di mobilità che desiderano ricevere la Comunione nella loro abitazione.
Noi contatteremo gli interessati o i loro familiari concordando le modalità in dettaglio. Grazie!
…E non dimenticate di segnalarci anche coloro che sono ricoverati in ospedale o alle case di riposo! Grazie per la vostra collaborazione!
Grazie per la vostra collaborazione!

per non dimenticare...

Come molti avranno notato, stiamo raccogliendo e pubblicando sul sito web della nostra Unità Pastorale fotografie e ricordi dei parroci e dei sacerdoti di Porto e di Domo, per conservarne la memoria e riproporre la loro figura al ricordo di tutti. Sono anche ricordate altre figure di sacerdoti legati alle nostre parrocchie.

E' iniziata anche la pubblicazione di articoli di carattere storico relativi a Porto e a Domo.

Vi chiediamo la disponibilità a prestarci eventuali foto, immaginette, ritagli di giornale, testi, ricordi, in vostro possesso, che fotograferemo e prontamente vi restituiremo. Il materiale ricevuto sarà pubblicato sul sito web o utilizzato per eventuali attività culturali delle nostre parrocchie.

Grazie a tutti per la collaborazione!


CONTRIBUTI E OFFERTE PER RESTAURI E LAVORI

Chi volesse contribuire alle spese per i lavori eseguiti o in programma può farlo tramite bonifico bancario su uno dei seguenti conti della parrocchia:

PARROCCHIA DI PORTO
IBAN IT56 D033 5901 6001 0000 0122 758
causale: ....

PARROCCHIA DI DOMO
IBAN IT82 X033 5901 6001 0000 0122 760
causale: ...

Le offerte per le sole opere di restauro autorizzate dalla Soprintendenza sono deducibili dalle tasse richiedendo l'apposita attestazione in Parrocchia.