chiesa di Domo

Agosto 2017

 Leggi e scarica

il Notiziario del mese

Trovi anche tutti i Notiziari

dal 1988 ad oggi

Sezione Ragazzi

Web sicuro

 Calendario 2017

Famiglia al centro

Agenda Diocesana 2017-2018

 

chiesa di Porto


LE FESTE PATRONALI:

"Via" alla missione dell'accoglienza in Cristo

Da quasi tre anni il Signore, nella Chiesa di Milano, dopo il servizio alla Chiesa nel Niger, mi ha dato la grazia di essere contemporaneamente parroco delle due parrocchie di Domo e di Porto entrambe dedicate alla Vergine Assunta e unite tra loro nell’unità pastorale.
Grazie a questo “cammino” sempre più sto scoprendo, con il mio ministero al servizio del cammino dell’ unità, la sua ricchezza e le sue tentazioni .
Spesso ho parlato infatti, e spero anche di aver vissuto, della vita affascinante di corresponsabilità che questa esperienza in una unità pastorale ci offre tanto che, a volte, ho provato delusione per le scelte di coloro che non colgono questa bellezza del cammino di fede nonostante gli anni che hanno già vissuto in questa realtà pastorale.
Come sappiamo “l’uomo della strada”, su questo, è spesso sferzante perché non comprende come coloro che sono chiamati ad “amarsi nel Signore”, attraverso la concreta vita quotidiana, possano disinteressasi gli uni degli altri o addirittura “ferirsi”.
Certamente queste scelte non possono dare vero volto alla festa patronale perché portano in sé la divisione che si esprime con la distanza di fraternità alla quale invece la Vergine Maria vuole condurci. Anche il grande apostolo Giacomo scriveva in una delle sue lettera alle sue comunità: “come fai a dire che ami Dio che non vedi se non ami il fratello che vedi” e aggiungo io, che Lui stesso ti ha messo accanto perché questa è il dono che Dio ci fa giornalmente: “testimoniare insieme nella diversità dei –talenti-”.
Dobbiamo però anche testimoniare che, nei percorsi seri di verifica della nostra fede in Lui, si sono costruiti tanti cammini di accoglienza che ci hanno toccati profondamente perché manifestano la testimonianza della sua volontà che già ai primi discepoli diceva: “siate una cosa sola come io sono con il Padre”.
Mi aiuta a comprendere la bellezza della vita evangelica di corresponsabilità delle nostre Comunità la vita normale di tantissime famiglie che nei compleanni di qualsiasi loro familiare si prodigano per far festa con il cuore anche quando le risorse materiali sono poche. Al festeggiato ci si fa “vicini” offrendogli una giornata di gioia e di quella comunione ricca di attenzioni vissuta nella famiglia. Molto di più dovrebbe dunque essere un motivo per far festa per coloro che sono “pietre vive della famiglia di Dio”. Essa infatti è generata a prezzo del dono totale del Figlio di Dio per la grazia dello Spirito Santo” perché sul territorio possa manifestare questo progetto d’amore nella reciproca accoglienza reciproca aperta a tutti.
Si, secondo me, secondo la mia fede, secondo il mio ministero non può essere che così, altrimenti non è più il Signore Dio il mio Pastore, ma nel bene e nel male mi guidano solo i miei sentimenti. Essi sono fabbricati dal mio desiderio e non dalla conversione, essi sono troppo terreni per essere materni e paterni i quali, come ben sappiamo, domandano di dare la vita perché solo l’amore è strada feconda di libertà umana che lascia al Signore di farci suoi discepoli.
In mezzo alle due feste patronali allora abbiamo il dono, la gioia e la responsabilità dell’accoglienza dell’altro perché con noi mostra la “famiglia di Dio incarnata” come Gesù e la mamma Maria ci chiedono, accompagnandoci giorno per giorno, di vivere. L’ultima esperienza vissuta attorno alla Madonna pellegrina di Fatima aveva precisamente questo desiderio di Comunione di fronte alle tante scelte individualistiche di relazione di vita quotidiana che “il mondo” propone.

Ho scritto questa mia testimonianza nei miei giorni di vita in ospedale per l’operazione ad un anca. Lì ho compreso ancor meglio questa bellezza del cammino di fraterna comunione mentre vivevo il tempo per stemperare il dolore dell’intervento attraverso la gioia, che si fa lacrime di ringraziamento, di poter servire due comunità nel Decanato di Luino solo perché, come chiede il Signore a ciascuno, si possa vivere e testimoniare la bellezza dell’accoglienza della volontà di Dio nella quotidianità familiare, lavorativa, di riposo e di festa, di dolore o di abbandono... affidandoci alla fede che sostiene i dubbi, che rimargina i tradimenti, che riprende cammini interrotti per vanità, orgoglio o rigidità umana. Nella fecondità della fragilità di quei momenti di fatica ho potuto così rinnovare il mio si alla bellezza della corresponsabilità pastorale di cui sono umile, ma spero tenace servitore nelle nostre due parrocchie perché camminino sempre più per esserne insieme testimoni nel mondo che vive con noi e in noi.
don Ervé


Appuntamenti


Festa patronale di Porto

guarda le foto della Processione Mariana

 

Festa di San Genesio a Sarigo

sabato 19 agosto, ore 20,30 - Processione eucaristica da san Giorgio a san Genesio - Falò

domenica 20 agosto, ore 11,15 - s. Messa a San Genesio

ore 13 pranzo al parco san Carlo

ore 15 incanto e tombola


S. Messe all'alpe san Michele (ore 16)

domenica 13, domenica 27 agosto

domenica 3 settembre - Festa di San Michele


il nuovissimo "Campetto polivalente"

dell'Oratorio di Domo e dedicato a don Walter Casola

E' stato ultimato il nuovo campetto polivalente dell'Oratorio di Domo. E' già utilizzato dall'inizio dell'oratorio feriale ed è stato inaugurato in occasione della Festa di Domo con la dedica a don Walter Casola. Un particolare ringraziamento al progettista, alle ditte che hanno collaborato fornendo gratuitamente materiali e mano d'opera, alle ditte che hanno eseguito i diversi lavori. Grazie anche a tutti coloro che, sensibili alla necessità di offrire una nuova opportunità ai nostri ragazzi e giovani, hanno offerto il proprio contributo. Non tutto è stato pagato e la Festa di Domo e poi quella di Porto sono l'occasione per dare ancora un aiuto. Grazie a tutti!

Un ricordo del Card. Dionigi Tettamanzi

attraverso le sue visite in Valtravaglia

a Domo il 20 agosto 2002

a Ligurno il 13 gennaio 2004

a Domo il 29 luglio 2007

a Porto il 21 luglio 2013

 


Mario Delpini nuovo arcivescovo di Milano

per saperne di più sul nuovo Arcivescovo, clicca qui!



Novità inserite nel sito, aggiornamenti...

2017

25 luglio, la nuova Agenda Diocesana da luglio 2017 a luglio 2018 (da home page)

1 agosto, il notiziario di Agosto 2017

1 agosto, il ricordo di don Giuseppe (donGi) Fonsato

1 agosto, la nuova scheda storica dai nostri archivi

1 agosto, la nuova puntata dell'itinerario biblico

1 agosto, la nuova rubrica sulla Cucina dei Santi

19 giugno, il ricordo per Mons. Gianpaolo Ferrario

30 marzo, l'incontro Lettori del 18 marzo: Gruppo Lettori

 

1 agosto, le nuove pagine dedicate ai parroci di Porto e di Domo (vai al menu di sinistra) aggiornate periodicamente anche con sacerdoti legati alle nostre parrocchie

2016

28 dicembre, il calendario annuale 2017 "Famiglia al centro"

31 ottobre, il resoconto della Visita Pastorale del card. Scola a Luino

1 gennaio, il restauro del Battistero di Domo

 


Se desiderate ricevere sulla vostra casella mail il Notiziario Mensile o volete essere aggiornati sulle attività dell'Unità Pastorale, potete richiederlo scrivendo a

info@parrocchiaportodomo.it

 

"Il nostro impegno di portare il Signore
nelle Case di tutti non cessa mai!"

Cari Amici e Amiche, vi preghiamo di segnalare - a Don Hervé, al diacono Luca, alla Signora Iva (per Porto), al Signor Ezio (per Domo) - le persone malate, anziane o comunque con problemi di mobilità che desiderano ricevere la Comunione nella loro abitazione.
Noi contatteremo gli interessati o i loro familiari concordando le modalità in dettaglio.

…E non dimenticate di segnalarci anche coloro che sono ricoverati in ospedale o alle case di riposo!

Grazie per la vostra collaborazione!

per non dimenticare...

Come molti avranno notato, stiamo raccogliendo e pubblicando sul sito web della nostra Unità Pastorale fotografie e ricordi dei parroci e dei sacerdoti di Porto e di Domo, per conservarne la memoria e riproporre la loro figura al ricordo di tutti. Sono anche ricordate altre figure di sacerdoti legati alle nostre parrocchie.

E' iniziata anche la pubblicazione di articoli di carattere storico relativi a Porto e a Domo.

Vi chiediamo la disponibilità a prestarci eventuali foto, immaginette, ritagli di giornale, testi, ricordi, in vostro possesso, che fotograferemo e prontamente vi restituiremo. Il materiale ricevuto sarà pubblicato sul sito web o utilizzato per eventuali attività culturali delle nostre parrocchie.

Grazie a tutti per la collaborazione!


CONTRIBUTI E OFFERTE PER RESTAURI E LAVORI

Chi volesse contribuire alle spese per i lavori eseguiti o in programma può farlo tramite bonifico bancario su uno dei seguenti conti della parrocchia:

PARROCCHIA DI PORTO
IBAN IT56 D033 5901 6001 0000 0122 758
causale: ....

PARROCCHIA DI DOMO
IBAN IT82 X033 5901 6001 0000 0122 760
causale: ...

Le offerte per le sole opere di restauro autorizzate dalla Soprintendenza sono deducibili dalle tasse richiedendo l'apposita attestazione in Parrocchia.